ISSN: 2281-9193
Venerdì, 29 Luglio 2016

Saggi | Pasolini e il carattere nazionale del potere dei consumi Stampa E-mail
Anno 10, 2016
28 luglio
---

Pubblichiamo il saggio di Maurizio Borghi "Pasolini e il carattere nazionale del potere dei consumi". Il saggio propone una lettura dell'opera critica di Pasolini come diagnosi del tempo presente, caratterizzato dall'imporsi incondizionato della logica del "potere". In particolare, il saggio ricostruisce la diagnosi pasoliniana dei tratti specificamente italiani che definiscono tale logica, e tenta uno scorgimento del tono che prefigura un suo attendibile superamento nell'elemento della lingua italiana.

Il saggio sarà pubblicato nel secondo volume collettaneo, curato da Ivo De Gennaro, Sergiusz Kazmierski, Ralf Lüfter e Robert Simon, dedicato al tema dell'"economia ospitale" (Wirtliche Ökonomie. Philosophische und dichterische Quellen. Zweiter Teilband, Bautz, Nordhausen 2016).

 

A sinistra: Pier Paolo Pasolini, Autoritratto

Borghi - Pasolini e il carattere nazionale del potere dei consumi


 
Lettura | La stella Assenzio Stampa E-mail
Anno 10, 2016
5 luglio
---

Nella notte tra il 19 e il 20 aprile 1970, il poeta Paul Celan si gettò nella Senna dal ponte Mirabeau, a Parigi. Sul tavolo del suo appartamento fu trovata una biografia di Hölderlin, aperta a una pagina in cui Celan aveva sottolineato una sola frase. Si tratta di un passo da una lettera di Clemens Brentano a Philipp Otto Runge, in cui il poeta caratterizza il genio dello stesso Hölderlin. La lettura riporta la frase in questione, inserita nel suo immediato contesto.

Per il riferimento alla stella Assenzio si veda Apocalisse, 8:10-11.

 

A sinistra: Franz Carl Hiemer, ritratto di Hölderlin (1792).

 

La stella Assenzio

 

 
Saggio | La "différance" allo specchio della Differenz Stampa E-mail
Anno 10, 2016
19 giugno
---

Pubblichiamo una rielaborazione della conferenza che Gino Zaccaria ha tenuto il 6 maggio 2016 a Milano nell'ambito del ciclo di incontri "Derrida lettore dei filosofi" organizzato dall'associazione Prologos (si veda qui per l'annuncio della conferenza, mentre la registrazione audio può essere ascoltata qui).

"La lettura è la festa dell'integrità a cui il testo, quando sia redatto a partire dal pensiero, costantemente mira. Sicché è il testo pensante – il testo filosofico – ciò che innanzitutto legge (...) è il testo filosofico il lettore primo. Noi leggiamo ("lo" leggiamo) nella misura in cui assecondiamo il leggere che il testo attua."

Qui è possibile accedere al video di una lettura della conferenza.

 

A sinistra: Lucio Fontana, Concetto spaziale. Attese

différance, Differenz (Derrida, Heidegger)

 

 
Essay | On the Colloquy of European and East Asian Thinking Stampa E-mail
Anno 10, 2016
18 maggio
---

Ivo De Gennaro's essay "The Way We Speak" offers some preparatory considerations on the colloquy of European and East Asian thinking. Its main textual reference is Heidegger's colloquy "Aus einem Gespräch von der Sprache. Zwischen einem Japaner und einem Fragenden" from Unterwegs zur Sprache.

The text will appear, in a slightly modified version, in the volume  China Facing the Challenges of the 21st Century (Brill, 2016), edited by H.-C. Günther.

Left: old writing of the Chinese word duìhuà, usually translated with "dialogue".

The Way We Speak

 

 
Saggio | Boccioni e la fondazione futurista dell'opera d'arte Stampa E-mail
Anno 10, 2016
16 aprile
---

Pubblichiamo il testo della conferenza, intitolata "Boccioni. La fondazione futurista dell'opera d'arte", che Gino Zaccaria ha tenuto all'Accademia di studi italo-tedeschi di Merano, il 26 febbraio 2016, in occasione del convegno Kunst im zwanzigsten Jahrhundert – L'arte nel ventesimo secolo (v. sotto). La conferenza tenta una diagnosi geniturale del Futurismo alla luce del pensiero del suo "artista-filosofo".

"La fondazione, nel caso del cammino di Umberto Boccioni, è concepire innanzitutto quel fondamento, scorto come l'unico attendibile, che faccia sì che l'arte attinga la sua configurazione finalmente fondamentale – posto che con il termine «arte» s'intenda una specifica attitudine del genio umano, ossia: la forza vitale che sente impressioni in stati d'animo temprate."

A sinistra: Umberto Boccioni, Elasticità, olio su tela, 100x100 cm, Museo del Novecento (Milano)

Zaccaria - Boccioni

 

 

 
Aufsatz | Das ökonomische Verfahren und die Zukunft Stampa E-mail
Anno 10, 2016
21 marzo
---

Der Kurzbeitrag "Das ökonomische Verfahren und die Zukunft" von Sergiusz Kazmierski behandelt das Problem des quellen- und zukunftsorientierten Fragens im Zusammenhang der heutigen ökonomischen Professionalisierung. Dabei untersucht er im Ausgang vom Begriff der Geltung den einheitlichen, ontologischen Grundzug heutiger ökonomischer Verfahrensweisen. Es wird deutlich, dass dem gegenwärtigen gültigen Ökonomisieren die Leugnung der Faktizität von Sein und Zeit zugrundeliegt, womit eine Seins- und Zukunftslosigkeit einhergeht, in der sich jede zukunftsoffene Fragebahn wiederfindet.

Der Aufsatz ist im Kontext der Abfassung eines größeren Beitrags, unter anderem zu Hermann Lotzes (1817-1881) Begriff der Geltung entstanden. Er ist zuerst als Nachwort in dem von Ivo De Gennaro, Sergiusz Kazmierski und Ralf Lüfter herausgegebenen Sammelband Ökonomie und Zukunft, Bozen: BU Press, 2015 erschienen.

Links: Wassily Kandinsky, Komposition VIII (1923), Öl auf Leinwand, 140x201 cm

Das ökonomische Verfahren und die Zukunft

 

 
Tagung | Kunst im zwanzigsten Jahrhundert - L'arte nel ventesimo secolo Stampa E-mail
Anno 10, 2016
22 febbraio
---

Am 26. und 27. Februar 2016 findet an der Akademie deutsch-italienischer Studien Meran die von der Alexander von Humboldt-Stiftung getragene Tagung "Kunst im zwanzigsten Jahrhundert. Zwischen Klassizismus und Moderne, zwischen privatem und öffentlichem Raum" statt. Das Programm sieht u.a. Vorträge von Ralf Lüfter ("'The artist is always beginning'. Notizen zu Ezra Pound") und Gino Zaccaria ("Boccioni. La fondazione futurista dell'arte") vor.

Der Zugang zur Tagung ist frei.

*

Il 26 e 27 febbraio 2016 avrà luogo, presso l'Accademia di studi italo-tedeschi di Merano, il convegno "L'arte nel ventesimo secolo. Tra classicismo e modernità, tra spazio privato e spazio pubblico", sponsorizzato dalla fondazione Alexander von Humboldt. Il programma prevede, tra le altre, relazioni di Ralf Lüfter ("'The artist is always beginning'. Notizen zu Ezra Pound") e di Gino Zaccaria ("Boccioni. La fondazione futurista dell'arte").

L'accesso al convegno è libero.

 

L'arte nel ventesimo secolo

 

 

  << Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

eudia.org